Lo Sportello Europa del Comune di Cassino, promosso da Acli provinciali di Frosinone, si propone di dare informazione e consulenza tecnica sui principali bandi di finanziamento europei e si rivolge a tutti i comuni del Cassinate, alle imprese, alle cooperative e alle associazioni del territorio al fine di facilitare l’accesso degli operatori locali alle opportunità di finanziamento europee, anche favorendo la collaborazione tra gli stakeholders nell’intento di realizzare progetti unitari e coerenti con le esigenze del territorio".

Nello specifico:

 

  • Fornisce un servizio a sportello di orientamento, consulenza e assistenza tecnica per la co-progettazione previo appuntamento nella giornata del martedì dalle ore 15.30 alle 17.30 e del giovedì dalle ore 10.00 alle 13.00 cui possono accedere gratuitamente i Comuni, le imprese, le cooperative, le associazioni, i giovani;

 

  • Pubblica sull’apposita pagina web all’interno del portale istituzionale del Comune (link al portale Acli) le notizie sui principali bandi di finanziamento comunitari in corso, con le informazioni essenziali su modalità di partecipazione, requisiti, beneficiari, stanziamento, modulistica e scadenze;

 

  • Organizza e promuove eventi sul territorio (seminari, workshop, ecc…) finalizzati a sensibilizzare gli operatori locali sui fondi comunitari, in special modo in occasione dell’uscita dei bandi;

 

  • Realizza e invia, a coloro che ne faranno esplicita richiesta iscrivendosi nell'apposita mailing list, una newsletter periodica sul tema dei finanziamenti comunitari, nazionali e regionali.

 

Cuore dello sportello è il "Laboratorio T.I.S. – TERRITORIO, INCLUSIONE, SVILUPPO” per sperimentare metodi di co-progettazione partecipata permettendo alle imprese, alle associazioni e alle Istituzioni di collaborare nell’elaborare ipotesi di sviluppo, fondate sulla qualità inclusiva delle relazioni comunitarie, messe in crisi dai processi innescati dalla globalizzazione. In sostanza, si punta ad uno sviluppo locale di tipo partecipativo, come strumento di valorizzazione di un territorio.

Lavorare attraverso il Laboratorio, inoltre, permette un approccio bottom-up allo sviluppo locale, che valorizza le risorse esistenti nella comunità.

In questo contesto, l’associazionismo trova il suo ruolo di soggetto che contribuisce al benessere delle persone e allo sviluppo armonioso della società, insieme al mondo profit. La cultura della collaborazione, valorizza il capitale sociale presente nelle comunità, aumenta le competenze degli attori attraverso la formazione integrata ed il confronto fra i soggetti, facendoli diventare tutti elementi della co-progettazione.

 

Come funziona

Il Laboratorio utilizza un servizio di registrazione per coloro che desiderano usufruire, gratuitamente, del servizio; questo sistema permetterà la creazione di una banca dati delle esigenze e priorità degli iscritti, permettendo al personale dello Sportello di realizzare un’informazione periodica e puntuale di tutte le possibilità offerte dall’UE e dalla Regione Lazio in termini di bandi, appalti e concorsi pubblici. Inoltre saranno realizzati opuscoli informativi settoriali sui vari programmi tematici dell’Unione (Ambiente, Sociale, Cultura, Istruzione, ecc.), che saranno a disposizione degli utenti presso i locali del Laboratorio.

 

Quale aiuto offre

Oltre alle informative sulle possibilità di finanziamento, Il Laboratorio offre consulenza iniziale per i richiedenti che vogliano presentare un’offerta progettuale in risposta ad un bando evidenziato dal Laboratorio. La consulenza prevede informazioni di massima sulla realizzazione di un progetto, in particolare per quanto riguarda l’ammissibilità del richiedente (requisiti formali) e la spiegazione degli obiettivi e delle finalità previste dal bando. Il Laboratorio inoltre segnalerà agli utenti gli eventi rilevanti del settore, quali ad esempio le giornate informative (info-days) relative ai programmi di finanziamento comunitari, in calendario a Bruxelles o sul territorio nazionale. Saranno infine evidenziati anche i corsi di formazione professionale, organizzati dalla Regione Lazio con l’utilizzo dei fondi europei.

 

Il Laboratorio sarà il collegamento tra Associazioni e Fondi europei delle Amministrazioni

Previsti dal 2003, gli sportelli europei che avrebbero dovuto aiutare le associazioni a districarsi nell’intricato aggroviglio dei fondi europei non sono mai decollati. Ora Comuni ed enti territoriali stanno provando nuove soluzioni per rilanciarli.

Previsti da oltre dieci anni, ma spesso mai avviati dalle varie Amministrazioni, gli Uffici Europa avevano il compito, nella loro idea originaria, di fungere da organo di trasmissione tra le Autonomie locali e le sedi Governative europee per collegare le Associazioni con i finanziamenti e i fondi europei dedicati, in primis, alla cultura, ma in maniera altrettanto importante anche per il sociale e per l’ambiente.

L’importante differenza che si è venuta a creare tra le associazioni no profit di casa nostra rispetto a quelle di altri Paesi europei, soprattutto in tema di euro-progettazione, deve essere ricercata anche nella incapacità, da parte delle nostre Amministrazioni, di comprendere appieno l’importanza di un tale organo per le realtà associative medie e medie-piccole.

Acli Frosinone - Via Vado del Tufo n. 156/A - Tel.: 0775/1880443 - Fax: 0775/1563749 - aclifrosinone@pec.it                         Cookie & Privacy Policy